ATTENZIONE: la tua versione di Microsoft Internet Explorer è obsoleta e potrebbe compromettere la tua corretta navigazione. Aggiornala adesso!

SEA - SERVIZI ECOLOGICI AMBIENTALI

SEA - SERVIZI ECOLOGICI AMBIENTALI

Sea Srl nasce nel 1999 e si offre sul mercato come prima azienda specializzata nel settore del recupero dei materiali derivati dal trattamento dei rifiuti elettronici. Lo sviluppo di nuove tecnologie le permetterà di dotarsi prima in Italia di un impianto di trattamento dei tubi catodici in grado di ottenere materia prima seconda costituita da vetro destinato al riutilizzo. Con l’obiettivo di raggiungere il completo recupero di ogni rifiuto trattato, l'azienda si è dotata nel tempo di un'organizzazione interna completa ed efficiente in grado di seguire il ciclo completo di lavorazione dei RAEE e di valorizzare al meglio i materiali ottenuti. Oggi Sea Srl grazie allo sviluppo di nuove tecnologie si propone come leader nel trattamento dei pannelli fotovoltaici ed è in grado di offrire il migliore servizio in termini di sicurezza ambientale ed efficienza organizzativa.

leggi
FABIO PATTI - YINGLI GREEN ENERGY ITALIA

FABIO PATTI - YINGLI GREEN ENERGY ITALIA

Un vero e proprio grido d'allarme quello lanciato dagli scienziati di tutto il mondo: abbiamo solo 15 anni per invertire la rotta e contrastare gli effetti devastanti prodotti dai cambiamenti climatici. Il gap, per l'amministratore delegato della Yingli Green Energy Italia, può essere recuperato investendo nelle rinnovabili.

leggi
ALFONSO PECORARO SCANIO - FONDAZ. UNIVERDE

ALFONSO PECORARO SCANIO - FONDAZ. UNIVERDE

Il 90% degli italiani ritiene che il solare sia l'energia del futuro. L'ex ministro e attuale presidente della Fondazione Univerde rivendica i risultati delle linee di intervento a sostegno della diffusione delle rinnovabili, sulle quali il Paese deve puntare con decisione.

leggi
ACCUMULATORI

ACCUMULATORI

Si definiscono pile e accumulatori tutte le fonti di energia elettrica ottenuta attraverso trasformazione diretta di energia chimica, costituite da uno o più elementi primari (non ricaricabili) o da uno o più elementi secondari (ricaricabili). Tra questi, le batterie o accumulatori di avviamento utilizzati per l'avviamento, l'illuminazione e l'accensione dei veicoli. Le pile e gli accumulatori, quando giungono a fine vita, rappresentano un rifiuto particolarmente dannoso per l’ambiente e la salute. Per questo motivo il D.lgs. 188/08 prevede che i produttori di pile ed accumulatori apparecchiature elettriche ed elettroniche debbano farsi carico della loro gestione mediante l’istituzione o l’adesione a sistemi di raccolta, trattamento e riciclaggio.

leggi
PANNELLI FOTOVOLTAICI

PANNELLI FOTOVOLTAICI

Cobat è il Sistema di Raccolta e Riciclo in grado di gestire qualsiasi categoria di moduli fotovoltaici a finevita e mette a disposizione degli associati, fin dal momento dell’iscrizione, il rispetto dei requisiti previsti dal Regolamento del GSE per l’accesso alle tariffe incentivanti del V Conto Energia. Il certificato Cobat rilascia ai produttori/importatori iscritti la massima garanzia per una corretta gestione a fine vita dei moduli fotovoltaici immessi a consumo. In qualità di Sistema RAEE, inoltre, Cobat è pronto ad adottare integralmente i contenuti della Direttiva 2012/19/UE riguardante un aggiornamento generale nella gestione dei RAEE e l’inclusione dei moduli fotovoltaici nella stessa normativa (Categoria 4).

leggi
PILE

PILE

Si definiscono pile e accumulatori tutte le fonti di energia elettrica ottenuta attraverso trasformazione diretta di energia chimica, costituite da uno o più elementi primari (non ricaricabili) o da uno o più elementi secondari (ricaricabili). Le pile o accumulatori portatili sono sigillati, trasportati a mano e non costituiscono pile o accumulatori industriali, nè batterie o accumulatori per veicoli. Cobat è il sistema collettivo di raccolta, trattamento e riciclaggio di rifiuti di pile e accumulatori, primo in Italia per esperienza e per quantità di pile e accumulatori immessi a mercato dai propri produttori iscritti. Cobat, inoltre, aderisce al Centro di Coordinamento Nazionale Pile ed Accumulatori (CDCNPA) ai sensi dell’art. 16, comma 1 del D.lgs. 188/08.

leggi
PNEUMATICI

PNEUMATICI

La gestione degli pneumatici fuori uso è regolamentata dal D.lgs. 82/11 in attuazione dell’art. 228 del D.lgs. 152/06. Ai sensi della normativa vigente, produttori e importatori di pneumatici devono provvedere alla raccolta e al recupero dei PFU, potendo adempiere a tale obbligo secondo tre diverse modalità: attraverso una gestione diretta; attraverso una gestione affidata a terzi autorizzati alla raccolta e recupero dei PFU; attraverso strutture operative (sistemi di raccolta e recupero) costituite da produttori e importatori.

leggi
Logo COBAT